Ricerca avanzata  
 
  Home Page » Catalogo » ORMUS - White Gold » Il mio account  |  Cosa c'è nel carrello  |  Acquista   
Categorie
ORMUS - WHITE GOLD
GEMATRIA »
GREEN SAP
OZONO TERAPIA
SHUNGITA
ACIDO FULVICHE
CELLFOOD
RADIONICA
SALI DI SCHUESSLER
SILICIO ORGANICO
CONTROLLO DEL PESO
COSMETICI Y BELLEZZA
ELISIR FLOREALI »
ERBE E INFUCIONES
MINERALI
NUTRACEUTICAL






Catalogo
Novità Altro
Green Sap (100 ml.)
Green Sap (100 ml.)
32.00€
Carrello spesa Altro
0 prodotti ...è vuoto
Links
Links
Informazioni
Spedizioni e Consegna
Privacy
Condizioni d'uso
Contattaci
Programa del Afiliado
Informazioni affiliate
Entrare affiliato
Comunicazioni Altro
ComunicazioniComunica gli aggiornamenti diRed Lion (l´Oro Potabile degli alchimisti)
Red Lion (l´Oro Potabile degli alchimisti) 79.44€


IL TESORO DI I TESORI DI GLI ALCHIMISTI.

L'essenza della Gran Lavoro alquímica era l'unione dello zolfo ed il mercurio per produrre la pietra filosofale. Ma la corrispondenza era solfori e mercurio filosofici. L'unione si rappresentava come un matrimonio, e lo zolfo ed il mercurio che in se stessi erano simboli;  come il re e la regina, il sole e la luna, l'oro e l'argento, il Red Lion e l'aquila bianca.

Il "Red Lion" è frequente anche nell'iconografia alchimista del Medioevo ed il Rinascimento simbolizzando alla materia preparata per la Gran Opera.

Il modello maestro che c'era dietro l'alchimia era che i metalli, la psiche umana o qualunque altra cosa potevano diminuirsi alla cugina materia, una matrice soggiacente della quale uscivano tutta la vita e tutte le forme. Il lemma degli alchimisti era Solve et coagula, cioè, dissolvere fino a trasformare in materia basilare e ricombinare formando una sostanza nuova. Paracelso, il gran alchimista del secolo XVI, richiamava alla cugina materia "Lo Spirito della Verità... di una natura misteriosa, forza meravigliosa, potere senza limiti... questo Spirito muove tutti i corpi.... Molti lo cercano e pochi lo trovano."

Il Red Lion, è il Cristo posteriore alla Sua Morte, è il Cristo resuscitato, quello che si manifesta agli Apostoli trasfigurato. È il Sole Invictus il cui emblema è Leone, astro eterno che brilla nei cuori dei suoi figli. L'agnello è il colore bianco degli alchimisti, il leone è il rosso che bolla la Gran Opera.

In alchimia, corrisponde all'elemento "fisso", allo zolfo. Contrapposto ad altri tre animali, rappresenta alla terra, benché in altri testi lo sia chiamato "fuoco filosofico", mentre all'oro gli è dato il nome di "leone" dei metalli. Il Red Lion è quello che più propriamente risponde a questo ultimo significato.

MAGIA, ALCHIMIA ED INIZIAZIONE

Una delle caratteristiche più interessanti sull'alchimia, è che i rituali magici sono relazionati col processo alquímico. In realtà, questo tipo di informazione è molto scarso nei testi alquímicos classici. Tuttavia, una delle istruzioni magiche relative all'alchimia che Lei potè trovare sta in un testo molto antico ed unico titolato: "Testamenti Fraternitatis Rosae et Aureae Crucis - Liber II: De Magia Divina et Naturali, cum Chymico-Magicae Secretorum".

 

 

 

León Rojo

Il Red Lion, è l'Oro Potabile degli alchimisti, prepara all'Iniziazione e permette la crescita spirituale a persone che sono preparate. Suppone un passo oltre il White Gold (Ormus).

 

Il processo descritto in questo documento è una pratico alquímica interno usando "Oro Potabile" relazionato con l'evocazione le sette Intelligenze Planetarie e dell'Angelo Da guardia del Creatore. Deve risaltarsi che tutte quelle pratiche magiche, o teúrgicas, furono per meglio dire sempre possibile dopo del risultato della Pietra dei Filosofi che era usata come un tipo di "calamita astrale" per comunicarsi con entità spirituali.

Alcuni Adepti enfatizzano il fatto che nessuno poteva praticare realmente Magia, senza avere ottenuto prima la Pietra dei Filosofi ed avere stato rigenerato per i suoi poteri. In realtà, la Pietra dei Filosofi poteva svegliare in larga misura le facoltà di precognizione, quelle che potevano essere molto utili per comunicarsi con esseri spirituali per un'evocazione magica.

Deve sapersi che l'ingestione della Pietra dei Filosofi o del “Red Lion" Oro Potabile può essere pericoloso per persone non preparate, perché quelle sostanze svegliano quello che gli antichi Adepti Rosacruces chiamava i fuochi sottili del "corpo", la kundalini. Questa è la ragione per la quale gli Adepti non danno mai l'Elisir, od Oro Potabile, ad alunni non preparati e gente giovane, bensì solo ad alunni sperimentati, di almeno 40 anni di età e solo dopo anni di allenamento.

Un'altra via di avvicinamento al "Red Lion", è la preparazione previa per 2 mesi prendendo White Gold (Polvere) e nei 2 mesi seguenti, aggiungere White Gold (Ormus); continuando solamente a partire dal 4º mese con la presa di White Gold, Polvere, ed il "Red Lion".

Red Lion (30 ml.): Contiene Oro Potabile Alquímico, 99,99%, in stato monoatomico.
Raccomandazioni:  Per persone con un certo allenamento e sviluppo spirituale, generalmente a partire da 40 anni.

Uso suggerito: 10-12 gocci 1 o 2 volte al giorno, diluite in acqua o direttamente basso della lingua.

Il Red Lion (30 ml): Cotiene Oro Potabile Alquímico, 99,99 percento, in stato monoatomico. Si tratta di una forma non metallica e pertanto, non tossica.

 

Questo elisir incrementa poderosamente la coerenza del nostro sistema nervoso, quello che permette una migliore integrazione del nostro Merkaba, corpo di luce, col nostro corpo fisico.

In Alchimia, l'oro è rappresentativo del Sole, il quale svolge un ruolo molto importante nello sviluppo del 4º chakra. Basandoci su questo concetto, non è strano osservare i seguenti effetti, continuando ad equilibrare il sistema endocrino:  Ad un livello fisico, l'oro monoatomico aumenta l'estamina e la produzione ormonale insieme ad equilibra il sistema endocrino, questo è molto interessante di fronte al ringiovanimento fisico. Anche l'oro potabile, fortifica il cuore ed incrementa la presenza di globuli rossi e la quantità di seme, avendo un'importante influenza nel risveglio del Kundalini.

Il Red Lion contiene un 99,99 percento di oro monoatomico, il quale è trasformato utilizzando un metodo tradizionale praticato per gli Catari.

 

Chi erano gli Catari?

 

I Perfetti, come erano conosciuti, apparvero nel Questo dell'Europa (Bulgaria), come conseguenza della degradazione ed avidità della Chiesa Cattolica, governata già allora per il Papa. Chiunque che non accettasse l'autorità della Chiesa ed operasse conforme ai suoi precetti, era dichiarato eretico e condannato al falò. Gli Assaggiarvi non insegnarono solo le antiche tradizioni, ma respinsero i Sacramenti ecclesiastici, perfino il matrimonio!

I Puri, furono molto popolari tra il paese dovuto alla sua irreprensibile condotta, e la sua compassione. Gli Assaggiarvi si divisero in 2 categorie:

           

  • Gli Adepti, anche conoscenti come "Anonimi Superiori", i quali si pensava che erano entità spirituali rosse per una missione specifica in quello momento. Staccati della cosa mondana, avevano fama di poderosi risanatori, che insufflavano lo Spirito Santo. Come portatori della Gran Tradizione, l'insegnamento degli Catari era anticipato alla sua epoca.  Come viaggiante multidimensionales, il suo proposito era dimostrare il potere dell'Amore, il perdono, l'integrità e la tolleranza. I Maestri Iniziati dominavano l'arte di "leggere la luce." Nella tradizione nascosta, leggere la luce significa dominare l'Energia, la capacità di Essere ed Agire fuori dall'illusione del Tempo, leggendo gli archivi Afasici e pertanto rimanere in profonda fiducia e despaego“. Come Cristo, essi guarivano il corpo attraverso il quarire dall'Anima.
  • I Discepoli che godevano di tutti gli aspetti della vita umana, inclusa la sessualità e la procreazione. Tutti i Catari era vegetariano.

Mentre l'Europa viveva in un sistema feudale, soffrendo l'immensa maggioranza della genti miseria e fame, gli Catari insegnavano sull'abolizione dei casta ed il suo vero valore. Gli ebrei, considerati come paria, furono benvenuti nell'Ordine. Gli Catari credevano nella reincarnazione, l'Astrologia e celebravano gli Equinozi. Sapevano che l'Universo è solo Luce ed Amore e questa analogia dei rituali di iniziazione con gli Egiziani o i Massoni;  simbolizzava la morte dell'Ego ed il rinascimento a quello verso l'Iniziazione. Il discepolo era collocato in una stanza ed era confrontato coi suoi propri demoni inconsci, per 3 giorni. Dopo, il discepolo era pronto per entrare durante il tragitto dell'illuminazione.

 

Gli Catari, coscienti delle leggi di Dualità, furono adepti nella trasmutazione dell'Oscurità attraverso l'Amore e la Purezza.  L'uomo lottava in una Victoria Divina davanti all'ignoranza, assenza di luce, ed il diavolo (assenza di amore).

  

Furono anche maestri di Tantra, tramutando la sessualità attraverso l'Amore e lo Spirito, a forma di attrezzo per l'illuminazione. Gli Iniziati o Puri, erano celibi. Gli altri potevano godere la vita e partecipare alla bellezza della procreazione. Tuttavia, l'Amore doveva essere elevato a livello di sacramento, come cammino per uscire dalla dualità verso un viaggio multidimensional, la pratica del vero Tantra, permette l'esperienza in compagno di stati di coscienza che sono molto difficili da ottenere in un mondo di 3ª dimensione.

Gli Catari, praticavano la ritenzione dello sperma, consociata ad una tecnica respiratoria ed energetica.

I nostri libri e letteratura su Alchimia, le misteriose sostanze che si usarono durante le iniziazioni, una maschera proveniente dall'Egitto, furono parte della sua eredità. Il sacro smeraldo che fu passata di un fratello ad un altro fino ad arrivare ad uno con l'aura porpora nell'Atlantide, anche questo gruppo portò qualcosa di oro, in realtà molto poco...

"Altre 3 persone, due uomini ed una donna, uscirono con nostro più pregiato tesoro, le reliquie di Cristo, trasmesse a noi per gli Esenios, i nostri fratelli. Le reliquie, alcuni ossa e cenerine, hanno passato attraverso i secoli conservando la sua energia divina pura, e nascondino in un castello per decadi, dopo viaggiarono verso il gran Oceano verso il Nuovo Continente. Si scopriranno ed un poche decadi, là per il 2000, in un cannone  negli Stati Uniti."

Il Sacro Graal, non è un oggetto fisico. Ognuno di noi può vedere e creare il suo proprio Graal. Clarividentemente parlando, somiglia ad un recipiente nella base della nostra spina dorsale. Questo bicchiere, è il bicchiere sacro dove si prodursi la Sacra Alchimia quando siamo pronti. Come il Tantra era praticato per lo yoghis o gli Catari è la strada per l'elaborazione delle energie sottili. Tuttavia, il tempo è arrivato. Il matrimonio sacro, assolo è possibile dopo la fusione e trasmutazione della Luce e l'Oscurità, nella sua forma originale, sublimata per l'Amore e la Saggezza, la vera unione. L'Alchimista che è preparato, può facilitare questo col Red Lion, in vista di preparare al corpo ad aprire alcuni porte nella sua struttura spirituale. Tutto questo, affinché l'Essere diventi completo come Dio è Uno.  

 

- Diana Poitiers ed il suo segreto di Eterna Gioventù-

Cuadro de texto:  

Diana di Poitiers nel ruolo 
di Diana Cazadora, 
con le sue dame.
Indubbiamente Diana fu il gran amore di Enrique II, e gli arrivò a perdonare infedeltà minori come quando ella fu malata ed egli gli fu agitato con María Fleming, l'istitutrice di María Estuardo. L'influenza di Diana abbracciò le figlie del suo amante, intrigando affinché Claudia si sposasse col Duca di Lorena ed Elisabeth con l'odioso Felipe II della Spagna.

Molti gli gettano la colpa della morte di Enrique II a Diana di Poitiers, allegando che ella fu che gli disse che non facesse caso alla profezia dall'astrologo della corte, Nostradamus. Il veggente aveva vaticinato il re che morrebbe in un torneo cavalleresco, e ésto si realizzò a medidados di 1559 quando la lancia del Conte di Montgomery penetrò attraverso l'elmo dorato del re per tirarlo fuori l'occhio ed incrustrarse nel suo cervello. Un 10 giugno moriva Enrique II mentre Diana piangeva a muco teso. 

Una volta morto Enrique II, Catalina di Médicis si avvolse a colpi con Diana per esigere ritorno dei gioielli della corona che il defunto aveva depositato nelle sue mani anni fa, e posteriormente la furiosa vedova confiscò a Diana il castello di Chenonceaux, obbligandola a ritirarsi ad Anet, dove morì a 66 anni di età con sagoma intatta e senza una ruga nel viso un 25 aprile di 1566.

Secondo Brantôme, Diana di Poitiers, la favorita di Enrique II, continuava ad essere molto bella ad un'età molto avanzata, grazie all'esercizio fisico così così, ad una dieta molto semplice ed a distinti curati naturali della cute, tra essi un decotto di Oro Potabile:

 

"J'ai vue  Madame la Duchesse de Valentinois en l'age de soixante-dix ans, aussi belle de face, aussi fraische et aussi aimable comme en l'age de trente ans [...] Et sur tout elle avoit une très-grande blancheur, et sans se farder aucunement; mais on dit bien que tous les matins elle usoit de quelques bouillons composez  d'or potable  et autres drogues, que je ne sais pas comme les bons medecins et subtils apohticaires". Brantôme (1991), Recueil des dames, poésies et tombeaux. París: Gallimard, 604-605

Questo prodotto è stato aggiunto al nostro catalogo il mercoledì 18 maggio, 2005.


Recensioni
I clienti che hanno questo preso quest prodotto lo hanno anche comprato?????
Gemzyme (60 Pilloli)
Gemzyme (60 Pilloli)
MSM  120 Capsule
MSM 120 Capsule
Shungit Sfera (4 cm.)
Shungit Sfera (4 cm.)
Sunghit piramide (4 x 4 cm.)
Sunghit piramide (4 x 4 cm.)
Calc. Fluor. (Fluoruro de Calcio) x 350
Calc. Fluor. (Fluoruro de Calcio) x 350
MagSpectrum 120 Capsule
MagSpectrum 120 Capsule

Toda la información que se haya en este site, se da únicamente a título informativo. No pretende diagnosticar, curar o tratar ninguna enfermedad. Si usted se encuentra enfermo, acuda a su médico o especialista.El IVA no está incluido en los precios.

Copyright © 2002 El Grial

Vitamin Italia